Bentivoglio Cesare

Genova 1868-1952

Pittore autodidatta, frequentò giovanissimo Antonio Varni e Giuseppe Sacheri.
I suoi soggetti preferiti furono marine, paesaggi, vedute portuali, scene venatorie, Dolomiti.
Per motivi sconosciuti ha sempre rifiutato di partecipare alle Promotrici genovesi e, in generale, di esporre a qualunque mostra d’arte.
Le sue opere furono apprezzate dalla borghesia genovese e non solo.

Difatti suoi dipinti, acquistati da mercanti d’arte stranieri, raggiunsero la Francia e l’Inghilterra.
Da un’iniziale pittura ancora legata ai vedutisti liguri, tecnicamente vicina all’esperienza della “Scuola Grigia”, giunse ad un uso del colore assai più vivace, nel solco del post-impressionismo.