Berzoini Lino

Ficarolo (RO)1893 – Albisola Capo (SV) 1971

Allievo di Giacomo Grosso e Felice Casorati all’Accademia Albertina di Torino.
Nel 1934 presso la galleria Codebò tiene la sua prima mostra personale presentata dallo Zanzi.
Con l’impegno alla Lenci Berzoini ottiene il necessario per vivere e contemporaneamente nelle ore di libertà torna alla pittura en plein air con spunti tratti dai paesaggi delle periferia torinese.
In questo particolare periodo si lega a felice Casorati di cui era stato anche allievo nei corsi di studio all’Albertina e stringe amicizia con Ugo Pozzo Dopo aver lavorato per la manifattura “Lenci” di Torino approda ad Albisola e nel 1938 compare nella prima edizione del manifesto

futurista della ceramica.
Rilevanti le sue partecipazioni a importanti mostre: Internazionale di Parigi del 1939, Biennale di Venezia del 1942, Quadriennale di Roma del 1941 e 1945, al Premio Bergamo del 1941.
Ha ottenuto diversi premi: Premio Suzzara, medaglia d’oro al Premio Vado Ligure.
Nel 1955 è nominato, per la classe pittura, accademico di merito della Ligustica di Genova.
Si è dedicato in modo prevalente al paesaggio, al ritratto e alla ceramica con una vena personale pur rimanendo fedele alla pittura novecentista.