Luxardo Lazzaro

Genova Voltri 1865 – 1949

Studiò col pittore incisore Raffaele Granara, all’Accademia Ligustica di Genova e premiato col pensionato Traverso, approfondì i suoi studi a Firenze, Roma, Venezia (nel 1890 circa).
Esordì con dipinti di carattere storico, per giungere, poi, al ritratto e al paesaggio (anche a tecnica divisionista).
Espose a numerose Promotrici genovesi, alla Mostra del bozzetto ligure e a varie altre manifestazioni. Fu anche acquafortista e abile affreschista (Villa Vigo di Voltri).
Nel 1920 fu chiamato, come insegnante, all’Accademia Ligustica di Genova, che conserva

nella sua Pinacoteca il dipinto, “Sant’Elena che scopre la croce”.
Dopo la sua pittura accademica tradizionale, dopo le influenze divisioniste (vedi opere quali San Fruttuoso di Portofino e scogliera di Voltri), il Luxardo arrivò ad una pittura ricca di impasti di colore contrastante nei toni.Fu prevalentemente pittore di marine: raffigurò con grande forza evocativa la sua Liguria, le scogliere, la luminosità del cielo.
Sue opere presso l’Accademia Ligustica di Genova, la Galleria d’Arte Moderna di Genova Nervi, a Genova Voltri (ex Palazzo del Comune), Villa Vigo.