Arredamenti di modernariato: consigli su come arredare

In un’epoca caratterizzata dal revival continuo che guarda alla contaminazione molto più che al total look, il modernariato rappresenta l’ultima tendenza nell’ambito dell’architettura di interni. Oggi, infatti, inserire in un ambiente domestico un pezzo di design del passato recente è un modo per conferire a un’abitazione un aspetto iconico, unico e particolare. 

Il mondo del modernariato è ampio e variegato in quanto racchiude in sé annate e stili molto spesso diversissimi tra loro, il che permette di spaziare con la fantasia scegliendo anche pezzi anonimi e spesso economici, senza dover per forza accaparrarsi le grandi icone della storia del design.

Modernariato a Genova e Milano: scegli Vendiarte

Per modernariato si intende la produzione di oggetti e arredi, concepiti a partire dagli anni ’30 fino agli ’80 del ‘900. Questi, infatti, risultano essere una vera e propria rivoluzione del gusto e del modo di intendere l’arredamento, che ha portato il design, la moda e l’architettura verso il consumo di massa.

Il modernariato va quindi a pescare tra tutti quegli oggetti che non appartengono più alla contemporaneità, ma riescono a evocare, a differenza dell’antiquariato, un passato relativamente recente. 

Il top del modernariato? Gli anni ‘50

Gli anni ’50 sono probabilmente la decade che oggi gode di più popolarità tra gli appassionati del genere. Uno dei motivi di questo successo è da ricercare nell’ampio utilizzo del legno che veniva fatto per realizzare gli oggetti di quell’epoca e nelle linee spezzate che ne caratterizzavano il design, spesso impreziosite da piccoli ornamenti che riuscivano a unire la semplicità alla bellezza.

arredamento modernariato

Anni ’50, ma non solo

La passione per il modernariato arriva oramai ad abbracciare anche gli anni ’70 e ’80 e non solo gli iconici anni ’50 come testimoniano le numerose riedizioni che nell’ultimo periodo hanno fatto la loro ricomparsa nel catalogo di molte storiche aziende del Made in Italy e non solo. 

Gli oggetti del modernariato

Tanti sono i mobili e l’oggettistica di valore che puoi trovare da Vendiarte.it per quanto riguarda il modernariato a Genova e a Milano.

I mobili

mobili vintage, si presentano spesso con delle linee ancora attuali e si rivelano dei complementi d’arredo semplici ed essenziali, curati nei dettagli, nelle forme nonché pratici e funzionali. Le forme arrotondate e originali, le superfici lisce e i colori pastello contribuiscono a dar loro un aspetto sobrio, controllato ma anche allegro e pieno di vitalità in grado di favorire comfort e relax. Per questo rappresentano le basi di un arredamento realizzato in chiave vintage.

Acquista modernariato con Vendiarte.it

arredamento modernariato

Le sedie

Uno degli elementi che maggiormente caratterizza uno stile di arredamento basato sul modernariato sono le sedie, per questo meritano un discorso a parte. Di piccole dimensioni e versatili, le sedie, si possono inserire con grande facilità in pressoché ogni tipologia di appartamento.

In alcuni casi, è difficile risalire al designer o all’azienda che le ha originariamente messe in produzione, mentre in altri si tratta di arredi talmente iconici e famosi da risultare dei veri e propri pezzi da antologia.

 

Gli arredi dei vecchi luoghi pubblici

Un altra branca molto sviluppata e apprezzata dagli amanti del modernariato è quella che trova nella grande famiglia degli arredi, che fino a quaranta o cinquanta anni fa caratterizzavano gli spazi pubblici delle scuole o degli uffici, gli elementi ideali con cui realizzare un ambiente dal sapore squisitamente retrò. Tra questi si segnalano: lampade da tavolo e cassettiere di ferro, soprammobili in ottone, telefoni a filo e radioline realizzate in plastica colorata.

Qualche consiglio pratico

Ma quando è indicato sposare uno stile di arredamento incentrato sul modernariato? Attualmente un arredamento dal sapore squisitamente vintage è particolarmente appropriato per ambienti particolari come ad esempio un loft o un piccolo appartamento adibito a bed & breakfast. Questo perché arredare un ambiente utilizzando questo stile è semplice e divertente: si possono, infatti, recuperare oggetti d’arredo retrò, magari appartenuti ai nonni, o girare per i vari mercatini dell’antiquariato per trovare gli accessori che più si adeguano allo stile che si decide di adottare oppure rivolgersi ad un negozio online di fiducia che ha anche un importante vetrina su strada come Vendiarte.

arredamento modernariatoOcchio alle annate!

Anche se il modernariato comprende tutti gli oggetti di design che vanno dagli anni ‘30 agli anni ‘80 del ‘900, se si decide di utilizzare uno stile vintage per arredare una stanza, la prima cosa da tenere a mente è quella di evitare di dare vita ad abbinamenti troppo arditi mescolando mobili e complementi appartenenti ad epoche troppo distanti. Ad esempio, gli arredi in stile anni ’30, non si abbinano bene con gli oggetti degli anni ’70, di conseguenza è più consigliato accostare elementi di epoche vicine, come quelli degli anni ’70 a quelli degli anni’80 ad esempio.