Dodero Pietro

Genova 1882 – 1967

Pittore, illustratore e affreschista. Fu allievo di Cesare Viazzi all’Accademia Ligustica di Genova, proseguendo poi gli studi all’Accademia di Monaco di Baviera, quindi all’Accademia Albertina di Torino con Giacomo Grosso.
Il suo esordio avvenne nel 1905 alla Promotrice genovese, alla quale poi prese parte fino al 1934.
Numerose le sue partecipazioni alla Biennale di Venezia nel 1912, 1914, nel 1920 e nel 1924.
Nel 1913 fu nominato accademico di merito alla Ligustica. Sue partecipazioni, anche alle Quadriennali di Roma e alla Permanente di Milano, realizzando poi numerose mostre personali all’ estero: Barcellona, Berlino, Parigi, Londra, Monaco.

Insegnante al liceo Artistico Barabino diresse i musei di Palazzo Bianco e Palazzo Rosso a Genova. Rilevante anche la sua opera di affreschista, ad esempio nel mausoleo del Conte Matarazzo, a San Paolo del Brasile ed in numerose chiese genovesi e decora a mosaico la cappella dell’Ospedale Gaslini a Genova.
La sua pittura, in prevalenza di figura, risente delle diverse esperienze culturali da lui vissute in ambito europeo, tra un naturalismo ottocentesco e il movimento novecentista.
Sue opere presso la Galleria d’Arte Moderna di Genova-Nervi, Ospedale Gaslini, cappella; San Giacomo di Carignano (pala d’altare).