Esposito Cesare

Napoli 1886 – Genova 1943

Nato a Napoli nel 1886, inizia la sua formazione artistica presso l’Istituto di Belle Arti, seguendo gli insegnamenti di Gaetano Esposito e frequentando nel contempo lo studio di Vincenzo Gemito dal quale apprende i rudimenti della scultura.
Dopo alcuni anni si trasferisce a Santa Margherita Ligure e si appassiona alle tematiche legate al mare ed in particolare alle vedute di porti e paesaggi della Riviera Ligure.
Nei suoi dipinti, ricchi di emozione e di sentimenti, il tono cromatico acceso, caratteristico dell’arte partenopea, si attenua, diviene più morbido, adattandosi al mutare delle atmosfere.
Frequenti le sue partecipazioni alle mostre organizzate dalla Società Promotrice di Belle Arti di Genova.

Interviene regolarmente ad altre mostre collettive e a numerose mostre personali in varie città italiane: Genova, Venezia, Milano, ecc. Particolarmente apprezzate e ricercate, dal collezionista attento, le vedute marine che raffigurano il Tigullio.
L’Esposito appartiene a quel nutrito gruppo di artisti che, pur meritevoli di attenzione per le loro indiscusse capacità, attendono ancora dalla critica una giusta e opportuna rivalutazione. Ciò nonostante il Collezionismo, ligure in particolare, oramai da molti anni segue e apprezza questo pittore (anche sensibile acquerellista). A riprova di ciò il successo ottenuto da una mostra postuma organizzata a Santa Margherita Ligure nel 1990.