Vitale Carlo

Milano 1902 – Camogli (GE) 1996

Ottenuta la licenza liceale nel 1920 si iscrive all’Università di Pavia alla facoltà di Scienze al corso di Chimica e si laurea nel ’24.
Sotto la guida di Beltrame, Lentini e Palanti frequenta con successo la Regia Accademia di Belle Arti di Milano.
Dopo il sevizio militare nel 1927 si trasferisce a Firenze all’Accademia di Belle Arti sotto la guida influente di Felice Carena.
Già nel 1924 è presente alla Biennale di Venezia dove ancora giovanissimo si impone all’attenzione della critica e del pubblico.
Dopo il successo della prima personale alla “Fiera Letteraria” a Milano nel 1929, sue tele vengono esposte nelle Biennali del 1930, ’36, ’38 e 1950.
Pittore, disegnatore e acquafortista partecipa inoltre alle Sindacali lombarde al 1929 al 1939

e alle Quadriennali di Roma dal 1935 al 1948.
Nel 1939 espone al Salon des Indépendants e al Salon des Tuilleries a Parigi é presente a Berlino e in numerose mostre italiane e internazionali.
E’ succube delle leggi razziali che lo portano a continui spostamenti.
Dal 1946 al ’55 insegna al Licea Artistico “A. Da Fano” di Milano e contemporaneamente inizia a svolgere un’intensa attività espositiva. Parigi tuttavia rappresenta sempre un suo punto costante di riferimento.
Dal 1960 è insegnante all’Accademia di Brera, sezione di Bergamo e dal ’69 fino al ’75 insegna al Liceo Artistico Statale di Milano.
Dal 1980 trascorre sempre più tempo a Camogli, vicino a Genova, località che ha ispirato tante sue opere, cittadina tanto amata da trasferirvisi definitivamente nel 1985.